NAVARRE IL LUPO

Il lupo Navarre nel gennaio 2012 era stato tratto dalle gelide acque del torrente Limentra, nell'Appennino modenese, oramai allo stremo delle forze e con ben 35 pallini da caccia in corpo.

Appena portato a riva ha avuto un arresto cardiocircolatorio e solo il massaggio cardiaco e la respirazione bocca a bocca che gli ha tempestivamente praticato una volontaria sono riusciti a salvarlo.

In questo video la commovente storia del suo salvataggio.



Grazie alle cure del personale del CRAS di Monte Adone di Brento si era ripreso bene, tanto che si stava prospettando di rimetterlo presto in libertà nei boschi.
Purtroppo però questa non è stata una storia a lieto fine, perché a maggio Navarre è stato colto da un inspiegabile ed improvviso malore e non è stato possibile salvarlo nuovamente.












Addio, Navarre.









Animali SOS non aderisce a campagne pubblicitarie e non ha alcun interesse a far comparire sul tuo browser banner e pop-up; se ne vedi, sappi che non dipende da noi.

Blocca la pubblicità sul tuo browser Non sai come bloccare la pubblicità prima che arrivi sul tuo browser? Scoprilo cliccando sul lucchetto.


    


Né a Pasqua, né mai!


Articolo di Beatrice Montini (Corriere della Sera)
Investigazioni di Animal Equality Italia




Malata di sclerosi multipla e contraria alla sperimentazione animale
Dottor Stefano Cagno

Clicca la foto per l'articolo del dott. Stefano Cagno, Dirigente Medico Ospedaliero dell'Az. Osped. Desio e Vimercate (MB)
Visita EQUIVITA

















                                                                                                    Sito aggiornato a